Notizie

Cassano lascia il calcio

L'addio definitivo del giocatore

Cassano è stato per tutti noi un rappresentante del calcio italiano, sia nel bene che nel male, perchè si ogni tanto qualcuna ne ha combinata, dall’addio al ritiro con l’Under 21 in nazionale perchè non sarebbe partito titolare fino alle minacce all’arbitro dopo la prima partita con la Sampdoria che gli costò cinque giornate di squalifica.

E’ stato comunque uno dei talenti del calcio italiano contemporaneo e se da un lato c’è la sua parte oscura dall’altro c’è quella di un giocatore che sapeva fare bene il suo gioco fino ad approdare al Real Madrid con Capello, allenatore col quale attuerà la sua “cassanata“.

Oggi dopo anni passati alla Sampdoria e un nuovo inizio alla Virtus Entella ad inizio stagione 2018/2019 decide di abbandonare definitivamente il calcio. Lo fa così a stagione iniziata, dopo un’amichevole disputata con l’Entella. Tramite il profilo twitter di Pierluigi Pardo dichiara che è arrivata l’ora di smettere.

Il calciatore barese afferma che per giocare a calcio ci vuole continuità e determinazione e che al momento sente di essere concentrato su altre priorità tali da non poterlo concentrare come vorrebbe sul gioco. Il calcio per lui è passione e primo amore e ringrazia tutti, dai tifosi, ai compagni agli avversari, ringrazia chi lo ha amato e chi l’ha odiato e nonostante ammetta che con un carattere diverso avrebbe sicuramente fatto di più ha zero rimpianti e il calcio è la cosa che gli ha regalato di più nella vita a partire dalla sua famiglia.

Il calcio è ciò che lo ha levato dalla strada e per ciò gliene sarà per sempre grato e ne rimarrà per sempre appassionato e affascinato ma sostiene che adesso è arrivato il momento di affrontare il secondo tempo della sua vita e che può fare qualcosa di grande anche senza l’aiuto dei suoi piedi.

Foto Borderline24

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close