Il neo acquisto dell’Inter compirà 16 anni il 1° ottobre, stiamo parlando di Eddy Anthony Salcedo, genoano di nascita ma con genitori colombiani.

LA SUA STORIA – Il giovane apparteneva al vivaio del Genoa, ed è già pronto a quest’età ad approdare in una squadra importante come quella di Milano.

Lui, non è l’unico ragazzo talentuoso del settore giovanile del Grifone, visti i numerosi portenti che sono partiti proprio da quella squadra, come Perin, Lamanna, Mandragora, Ragusa, Cofie, Sturaro.

All’età di 10 anni, Eddy è entrato a far parte del Genoa dopo aver militato nei Pulcini della Polisportiva Merlino 8 Marzo.

E’ un calciatore che si distingue molto per le sue caratteristiche in fase offensiva, riuscendo a ricoprire tutti i ruoli d’attacco, che sia prima o seconda punta o esterno. Inoltre ha un ottimo fiuto del gol e una potenza atletica impressionante.

Ma la domanda sorge spontanea: Conviene ad una società come l’Inter che necessita di risultati importanti nel più breve tempo possibile, puntare su ragazzi così giovani?

IL RISCHIO – Di certo è un rischio che la società sta correndo, sapendo bene che i propri tifosi vogliono qualcosa in più, dopo le varie contestazioni verificatesi nella scorsa stagione.

Se da un lato puntare sui giovani è un qualcosa di sicuramente di positivo, dall’altro si corre il rischio di non ottenere i risultati sperati.

Ma se una grande società così come l’Inter ha deciso di puntare su questo ragazzo, significa che il potenziale c’è e bisogna solo lavorarci su.

 

 


NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO